Archivi mensili: Marzo 2015


Angela Cortese, consigliere regionale Pd: “Editoria, la libertà è a rischio”

NAPOLI. Il fondo per l’editoria è ridotto al lumicino e copre poco più del 20% del fabbisogno. Questo ha messo in ginocchio più di 200 testate giornalistiche no profit. Se la situazione resta questa, le testate saranno costrette a chiudere e in strada andranno circa 3mila giornalisti, senza contare l’indotto. […]


Brescia dei 5 stelle a sorpresa sul contributo pubblico ai giornali: «Senza fondi alla stampa, a rischio il pluralismo»

di Andrea Esposito, da Editoria.TV Dopo la querelle iniziata sul finire del 2012 l’onorevole Giuseppe Brescia sembra aver cambiato idea. Il deputato del Movimento 5 stelle, in un’intervista rilasciata a Lorenzo Misuraca sul quotidiano Il garantista (clicca qui per l’articolo), riconosce infatti una funzione pubblica al finanziamento alla stampa, confermando anche le sensazioni positive che […]


Sostegno bipartisan a #menogiornalimenoliberi dai candidati alla presidenza della Regione Puglia

TARANTO – “Firmo con convinzione la petizione per la campagna nazionale #MenoGiornaliMenoLiberi. Perchè senza stampa libera non c’è libertà”. Ha scelto la sede di Buonasera Taranto il candidato del centrosinistra per la presidenza della Regione Puglia, Michele Emilliano, per cliccare online il suo supporto alla campagna che sta riscuotendo migliaia […]


Alfredo Monaco (Scelta Civica): “I giornali non devono essere servi di nessuno”

Proseguono le interviste volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della libertà d’informazione e sui rischi conseguenti la chiusura di più di 200 testate giornalistiche locali. Nell’ambito della campagna nazionale “Meno giornali meno liberi” e di “Luna Nuova il nostro giornale” sono state poste alcune domande ad Alfredo Monaco, noto medico […]


#menogiornalimenoliberi. Carmelo Rollo, vice presidente nazionale di Legacoop: “Riforme sì, ma non autogol. Primi segnali, ma ora risposte per pluralismo e occupazione””

BARI – “Meno giornali meno liberi”. La campagna che l’editoria non profit in tutta Italia ha avviato contro i tagli indiscriminati del governo all’informazione libera ha ottenuto un primo, anche se piccolo, risultato. La convocazione di un Tavolo nazionale dove tutti i soggetti in causa, dagli editori agli edicolanti, potranno […]


Il documentarista Lorenzo Hendel sostiene Meno Giornali Meno Liberi [video]

Lorenzo Hendel, documentarista e poeta della pellicola, sempre in giro per il mondo – dall’Asia alla Groenlandia, dal continente latino americano alla Cina – traccia un bilancio globale sulla crisi dell’editoria, un problema connesso alla modernità che non riguarda esclusivamente il nostro paese: “Solo in Giappone più del 90% della popolazione compra libri e giornali. Leggere significa comprendere e riuscire ad orientarsi nella complessità di un mondo in continuo cambiamento. Con un giornale in mano si pensa di più, si riflette di più’ e si è più liberi”. Esperto di linguaggi e autore del manuale “Drammaturgia del cinema documentario”, Lorenzo Hendel cita i versi di Celentano: “Ascolta sempre musica vera e cerca sempre se puoi di capire”. Meno giornali meno liberi è assolutamente vero, dice, ma bisogna capire cosa sta succedendo. Se le cose accadono ci sono motivi strutturali che vanno compresi e poi rimossi: “Oggi scriviamo come non mai, sms, mail, tweet e leggiamo tantissimo ma diversamente da ieri lo facciamo sfruttando la Rete e senza pagare. Per combattere la concorrenza di internet bisogna cercare di rendere conveniente per il consumatore la lettura di libri e giornali”. Il suo sostegno alla campagna MENO GIORNALI MENO LIBERI è pieno.

(video da Noidonne.org)


Nunzia De Girolamo (NCD): «I tagli di Lotti al fondo per l’editoria? Anticostituzionali. E perché i fondi per lo spettacolo sono raddoppiati?»

di Davide Savino – dal Roma di Napoli del 17/3/2015. «L’articolo 21 della Costituzione è chiaro a tal proposito: la stampa non può essere oggetto di censura politica e va economicamente sostenuta. Tagliare risorse significa, soprattutto, silenziare le voci fuori dal coro». A sostenerlo è Nunzia De Girolamo, deputata campana […]


Bruno Lanza: “Chiudono i giornali? Perdiamo tutti. Avremo un Paese ancora più povero”

Napoli. Bruno Lanza (nella foto) è un autore di canzoni e non ama definirsi paroliere. È sulla breccia da più di trent’anni. Ha scritto per i maggiori interpreti della canzone napoletana e non. Vanta tra i suoi “clienti” più prestigiosi Andrea Bocelli, passando per Nino D’Angelo, Valentina Stella, Gigi Finizio […]


Il blogger Michele Di Salvo: «Renzi e Lotti vogliono chiudere i piccoli giornali per favorire i grandi gruppi industriali»

di Claudio Silvestri dal Roma di Napoli del 14 marzo 2015. Editore, prima di tutto. Blogger, social media manager. Per l’Università di Vienna, uno degli influencer più importanti d’Italia, su Twitter potrebbe spostare più voti del Corriere della Sera. Michele Di Salvo con la rete ci lavora, ma non per […]