Da lunghissimo tempo mettiamo in guardia dai pericoli di una concentrazione dell’informazione che in Italia riguarda ogni mezzo. I grandi network avranno vita ancor più facile. È in gioco quella polifonia di voci che da oltre un secolo caratterizza l’informazione locale. Stanno per chiudere bottega decine e decine di pubblicazioni, nel silenzio più totale.

(Leggi l’articolo completo sul sito dell’ufficio nazionale delle Comunicazioni Sociali della CEI)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *