Il Cardinal Bagnasco: il Corriere Mercantile chiuso nel silenzio delle Istituzioni 1


(AGENSIR – 27 luglio 2015) Con la chiusura del Corriere Mercantile-Gazzetta del Lunedì “Genova perde uno storico patrimonio di professionalità giornalistica e da oggi, si restringe la libertà di stampa e viene meno un servizio prezioso alla comunità: i giornali sono un bene indispensabile per la vita democratica, per una corretta informazione e stimolo per l’onesta riflessione e il dibattito delle idee.

corriere-mercantile-chiusura

Devono mettere al corrente, interpretare la vita della gente e di un popolo”. Così il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, sulla prima pagina della Gazzetta del Lunedì nelle edicole stamani che, con il numero di oggi, saluta i suoi lettori avendo deciso di sospendere le pubblicazioni per crisi finanziaria. Nel suo messaggio di saluto, il porporato parla della chiusura di un giornale a causa della “diminuzione dei proventi dalla pubblicità dovuta alla crisi economica del Paese”, della “insignificanza dei contributi della Legge per l’Editoria” e del “silenzio delle Istituzioni”. “Per queste e altre ragioni – ha aggiunto – ‘muore’ un altro giornale, sono molti oggi in Italia!, tra l’amarezza e la preoccupazione innanzitutto di chi perde il posto di lavoro, delle loro famiglie ed anche dei suoi affezionati lettori”. Un giornale che tante volte ha raccontato la crisi economica di Genova, di tante aziende e di tanti lavoratori vive oggi di persona quella stessa crisi. Sono infatti 15 giornalisti, 2 fotografi, 3 poligrafici e 2 amministrativi che restano senza lavoro.

Il Cardinal Bagnasco (foto Wikipedia)

Il Cardinal Bagnasco (foto Wikipedia)

Del Corriere Mercantile-Gazzetta del Lunedì, il card. Bagnasco ricorda che “obiettività, correttezza, rispetto delle persone e delle istituzioni sono state le caratteristiche apprezzate dai lettori del quotidiano genovese”. “La Chiesa di Genova – conclude – che da sempre ha avuto a cuore i problemi del mondo del lavoro e crede nell’importanza della comunicazione sociale, esprime vicinanza alle persone coinvolte da questo doloroso evento. Augura al Corriere Mercantile-Gazzetta del Lunedì che presto – sperando contro ogni speranza – possa riprendere il suo plurisecolare cammino”. Con l’ultimo numero oggi in edicola, finisce quindi la storia di un giornale iniziata nel lontano 1824 e proseguita dal 1978 con una cooperativa di giornalisti e poligrafici svincolata da un editore. La decisione dell’assemblea dei soci è arrivata all’unanimità dopo 18 mesi di crisi.


Lascia un commento

Un commento su “Il Cardinal Bagnasco: il Corriere Mercantile chiuso nel silenzio delle Istituzioni