Senza categoria


Sangermano (USPI): «Bene la legge sull’editoria. Ora diamo sostanza alla riforma»

(dal Corriere Romagna del 10 novembre 2016) RIMINI. Dopo quasi due anni di discussione, il Parlamento ha finalmente licenziato la Legge di riforma dell’editoria per il triennio 2016, 2017, 2018, dando così respiro a un settore in particolare quello cooperativo e no profit fortemente provato dalla crisi. Ma è davvero […]


La Camera approva la riforma editoria, ora la legge passa al Senato

(AGENZIA DIRE – www.dire.it) ROMA – Via libera della Camera al ddl sul sostegno pubblico all’editoria con 292 si’, 113 no e 29 astenuti. Il provvedimento passa ora all’esame del Senato. Questi i punti principali del testo approvato (‘Istituzione del Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione e deleghe al […]


Rampi: «I 5 Stelle volevano uccidere 200 piccole testate locali»

All’indomani del voto alla Camera, il deputato Pd e componente della commissione Cultura Roberto Rampi, che già lo scorso mese aveva riferito negativamente in Aula sulla proposta dei grillini, spiega a Editoria.TV le criticità della proposta del Movimento 5 Stelle che hanno portato alla bocciatura del testo. “Hanno proposto al Parlamento […]


La storia della crisi dell’editoria raccontata dalle vittime della crisi

In questi ultimi dieci anni hanno chiuso decine e decine di quotidiani, nell’inquietante silenzio della stessa informazione. Nessuno ne ha parlato e se qualcuno ne ha parlato è stato solo per dire finalmente. Ma dietro quei giornali, c’erano delle imprese, e dietro quelle imprese della gente. Centinaia di posti di […]


Il Sottosegretario Lotti conferma per il 2014 ed il 2015 un primo stanziamento per i contributi diretti pari a quello del 2013, ma le risorse sono ancora insufficienti

Roma, 15 maggio 2015 – L’Assemblea delle cooperative associate ad Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione, File, Fisc e Mediacoop, che si è svolta nei giorni scorsi in via Guattani, a Roma, per analizzare gli esiti del Tavolo per la riforma dell’editoria del 12 maggio, ha espresso una valutazione positiva in […]


Le FAQ di #menogiornalimenoliberi: «I giornali devono stare sul libero mercato, chi vende resta in vita, chi non vende abbastanza deve chiudere. Non ci deve essere sostegno pubblico»

Questa idea del libero mercato che si autoregola nel migliore è una delle contestazioni più ricorrenti, più demagogiche e più errate. Fin dalla metà del ‘900 tutti gli economisti sono stati d’accordo che l’intervento dello Stato in economia sia indispensabile perché il libero mercato porta a distorsioni, ineguaglianze e alla […]


Le FAQ di #menogiornalimenoliberi: «L’Italia è l’unico paese in cui si sovvenziano i giornali»

Falso. Al contrario, l’Italia è il paese europeo in cui si versano meno soldi pubblici al sostegno del pluralismo dell’informazione. Una ricerca della Oxford University quantifica il contributo pubblico all’editoria della Finlandia in 1.307 euro procapite annuo; in Francia questa cifra è pari a 18,77 euro procapite annui. In Gran […]


Vincenzo Vita: «I rinvii sono un colpo al cuore. Non c’è più tempo»

Vincenzo Vita, dal Manifesto del 28/4/2015 – Uno degli effetti col­la­te­rali dell’Italicum è il rin­vio al 12 mag­gio della riu­nione del «tavolo sull’editoria» presso il sot­to­se­gre­ta­rio con delega Luca Lotti. Sono ormai diversi mesi che se ne parla, anche per­ché la «Galas­sia Guten­berg» volge al ter­mine e – come la Cina […]